About Sardinia

Il continente dai mille volti

La Sardegna, situata al centro dell’area occidentale del Mediterraneo, rappresenta ormai una delle mete turistiche più ambite dal popolo, sempre più numeroso ed esigente, dei viaggiatori di tutta Europa. Conta circa 1.650.000 di abitanti ed è una delle regioni d’Italia con la più bassa densità di popolazione. Una terra antica, dai mille volti, dove gli interventi dell’uomo appaiono insignificanti di fronte ad una ricchezza ambientale e culturale di inestimabile valore.Oltre alle risorse ambientali la Sardegna vanta caratteristiche sociali, storiche ed umane uniche al mondo. Tale patrimonio  è facilmente raggiungibile, grazie alla sua posizione geografica ed alle infrastrutture su tutto il territorio, con poche ore di volo dall’Europa.  La Sardegna, infatti, dista 180 km dalla penisola Italiana, 190 km dalla costa Africana e appena 11 km separano la punta settentrionale di Santa Teresa Di Gallura da Bonifacio in Corsica.

Le testimonianze di civiltà lontane, le peculiarità delle produzioni artigianali e gastronomiche e l’attaccamento alle più genuine tradizioni, rendono la Sardegna un’Isola esemplare, dove ogni viaggio diventa un’esperienza ricca di affascinanti ed indimenticabili emozioni. Agevolata dal suo clima, la Sardegna è una meta turistica ideale in tutte le stagioni: i mesi caldi, da maggio a Settembre, ad Aprile e Ottobre non sono mai afosi, grazie alla piacevole naturale ventilazione; gli altri periodi dell’anno somigliano ad una perenne primavera, con temperature miti nelle zone costiere e più rigide nelle zone interne. Questi sono i mesi da dedicare alla ricerca delle antiche feste popolari che animano le tipiche comunità locali : Il Carnevale (febbraio e marzo), le cerimonie Pasquali (aprile) o alle innumerevoli sagre (maggio, settembre / dicembre) che rievocano le origini di antiche vocazioni agro pastorali della regione. Tali contenuti, peculiarità e privilegi hanno posizionato la Sardegna fra le principali destinazioni per il mercato turistico delle vacanze, inoltre lo sviluppo e la diversificazione dell’offerta garantiscono la competitività nei mercati congressuali, degli incentives e degli eventi in genere.

Il Fascino della storia si fonde con la magia della leggenda

Protagonista delle più antiche vicende mediterranee che nel corso dei secoli hanno plasmato le caratteriste della Sardegna e dei suoi abitanti.

Dall’epopea e dalle opere dei nuragici, che migliaia di anni fa percorsero il Mediterraneo per colonizzarne le coste e le isole furono i romani che con il loro impero diedero una sostanziale impronta della loro civiltà. Al periodo romano seguì un’epoca particolare per caratteristiche e durata, i cui traffici commerciali e gli scambi culturali e sociali tra l’isola e la penisola, diminuirono fortemente.

Testimonianze che vanno dal periodo bizantino al medioevo, il contatto con le città marinare e il dominio aragonese e spagnolo sono presenti in Sardegna per dimostrare quanto la cultura, l’arte, la lingua, la musica e il canto e persino i modi di vestire siano il risultato di un mix di civiltà tramandate nel tempo.

La passione e i segreti degli antichi mestieri

I caratteri essenziali dell’artigianato sardo sono l’originalità e la semplicità dell’oggettistica che da essa ne scaturisce. Tutto ciò, dipende da una ricca tradizione locale che si avvale di storia, costume, arte e vita. Quest’insieme di elementi ha fatto sì che l’artigianato sardo venisse definito come autentica e vera arte popolare. L’orbace e le maschere lignee vengono fatti risalire all’età nuragica, mentre la meravigliosa brocca oristanese, la fiaschetta e la “scivedda”, caratteristico contenitore presente in molte cucine sarde, vengono accostati al periodo romano. L’influenza bizantina è presente nella tessitura con motivi orientali quali l’albero della vita e i pavoni che si fronteggiano, le aquile e le colombe o disegni geometrici come cerchi o rombi. Sempre all’epoca bizantina si fanno risalire le decorazioni delle cassapanche nuziali, dei gioielli in argento e dei ricami. Si fa risalire al 1700 la nascita del colore nei tessuti a disegno floreale. Tutte queste attività rielaborate nei secoli dalle abili mani dei maestri artigiani sardi offrono, ai giorni nostri, autentici tesori d’arte e bellezza.

Un arcobaleno di emozioni

La Natura in Sardegna è l’esempio di come un territorio possa essere valorizzato dal trascorrere degli anni. Il vento e la pioggia hanno sagomato le coste e configurato le montagne con bizzarre e originali geometrie. Le risorse ambientali, inestimabile ricchezza dei sistemi turistici locali, resistono alle minacce del progresso ed alle trasformazioni che la crescita dell’industria turistica impone.

Grazie al privilegiato clima, mite in tutte le stagioni, la Sardegna è diventata l’habitat ideale per le rarissime specie animali e vegetali che popolano l’Isola.
Le acque color smeraldo del mare, le spiagge di sabbia bianca finissima, suggestivi tramonti, i fenicotteri rosa, la vegetazione mediterranea e le querce secolari, i massicci granitici, le grotte, o delle zone minerarie creano una miscela di colori e profumi unici ed indimenticabili.